Con il Decreto Legge Milleproroghe sono state confermate le modifiche al DPR 462/01 introdotte dalla prima stesura dell’articolo 36 “informatizzazione INAIL” del D.L. 162/2019, entrato in vigore il 31/12/2019 (verifiche di impianti di messa a terra, dal DPR 462/2001).

Questo comporta che gli impianti di messa a terra saranno informatizzati presso una banca dati INAIL.

Secondo la nuova legge il datore di lavoro deve comunicare all’INAIL, per via informatica, il nominativo dell’organismo che ha incaricato di effettuare le verifiche.

L’organismo incaricato della verifica dal datore di lavoro corrisponde all’INAIL una quota, pari al 5 per cento della tariffa definita dal decreto di cui al comma 4, destinata a coprire i costi legati alla gestione ed al mantenimento della banca dati informatizzata delle verifiche.

Pertanto le tariffe applicate dal nostro organismo subiranno alcune variazioni secondo il tariffario indicato nel decreto del presidente dell’Istituto superiore per la prevenzione e la sicurezza del lavoro (ISPESL) 7 luglio 2005, pubblicato sul supplemento ordinario n.125 alla Gazzetta Ufficiale n. 165 del 18 luglio 2005 e successive modifiche.

CONTATTACI PER ULTERIORI INFORMAZIONI!